Marina Rinaldi: Storie di donne e cibo

Marina Rinaldi ci ha presentato un volume monografico e una serie di incontri durante il periodo di Expo 2015, per raccontare il rapporto speciale tra donne e cucina
Si chiama Storie di donne e cibo, ed è un libro speciale, dove le donne si raccontano attraverso l'arte culinaria


A volerlo e pensarlo è stato il brand Marina Rinaldi, che da sempre crea una moda pensata per le donne a tutto tondo, senza costrizioni di taglie o diktat di bellezza. Il suo claim Women are backLe donne sono tornate, si adatta alla perfezione a questo nuovo progetto, pensato per accompagnare il periodo di Expo 2015 a Milano.



Storie di donne e cibo è un volume monografico in italiano e in inglese, affidato per la realizzazione a Martina Liverani, fondatrice del primo bookzine tutto dedicato al cibo, Dispensa. Per Marina Rinaldi, Martina raccoglie storie di donne che si esprimono attraverso il cibo, accettando la sfida di non presentare alcuna ricetta, e realizzando il tutto in una veste grafica innovativa e sorprendente. 

Sarà distribuito nei flagship store Marina Rinaldi, e non sarà l'unica iniziativa del brand a tema food.
Storie di donne e cibo è infatti anche un programma di incontri, che si terranno durante tutto il semestre dedicato all'Expo, e che avranno come temi proprio il nutrimento e la sostenibilità, il cibo come cultura e come cura di sé: un interesse che accomuna tanto Expo quanto il progetto pensato da Marina Rinaldi e Dispensa.

Durante gli incontri, nel flagship store milanese di Marina Rinaldi, diverse chef, giornaliste, produttrici, esperte di accoglienza e professioniste del settore cercheranno di rendere l'essenza stessa dell'arte culinaria, focalizzandosi sulla qualità, la ricerca e soprattutto la voglia di condivisione che il cibo porta con sé.
Dalla cucina alla moda, dal design all’arte, l’eccellenza italiana è un valore trasversale talmente forte da essere diventato immagine e simbolo del nostro Paese. Il "Made in Italy" è un elemento fondante della nostra identità culturale; è sinonimo di mangiare bene, di vestirsi bene, di vivere bene: quando si parla di eccellenza italiana si pensa a prodotti che, per qualità e fruizione, hanno un alto contenuto estetico. Ma come si raggiunge dunque l’eccellenza? 


Ce ne hanno parlato il 9 luglio a Milano presso lo showroom di Marina Rinaldi, insieme a Boffi, i produttori Di che pasta siamo?, le Sorelle Passera e Anna Prandoni.






Sabina Petrazzuolo

Lifestyle Blogger - Segni particolari: Ecclettica. Classe 1988, storica dell'arte e esperta di comunicazione digitale, amante dei viaggi, della moda e della cultura.
Delle mie passioni ne ho fatto un lavoro e dopo anni di formazione ed esperienze professionali attualmente lavoro come freelance seguendo startup e aziende di settore. Nel "tempo libero" mi dedico alla scrittura, oltre a scrivere ed editare articoli su Uptowngirl Blog collaboro con testate giornalistiche e magazine. Mi trovate con un macbook in una mano e la valigia nell'altra, pronta a scoprire nuovi luoghi, tradizioni e culture, conoscere nuova gente e nuovi sapori.

Ho trasformato la mia vita in una storia che racconto ogni giorno su Uptowngirl.it

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!