Missione: pelle baciata dal sole... senza sole!

L'autoabbronzatura è utile quando, per mancanza di tempo e meteo, non possiamo esporci alla luce diretta del sole o quando vogliamo un colorito sano senza i danni dei raggi solari.

Ovviamente ognuno è libero di scegliere il proprio colore di pelle, ogni gradazione ha un suo fascino, anche la pelle diafana che ultimamente viene spesso esaltata.

Con la stagione estiva il corpo si scopre ma, per alcuni di noi, la pelle non ha ancora acquisito quel bel colorito dorato tipico del periodo.
I prodotti autoabbronzanti ci vengono in aiuto quando vogliamo sentirci più sicure, per un evento o una serata o anche nella quotidianità!


Esistono diversi tipi di autoabbronzanti in commercio:
- Autoabbronzanti classici: si sviluppano tra le 2 e le 12 ore, con un effetto abbronzatura da subito intenso e visibile
- Autoabbronzanti graduali: sono creme idratanti con una piccola percentuale di particelle autoabbronzanti. Si applicano come normali prodotti idratanti per la cura della pelle del corpo e, gradualmente, dopo molte applicazioni si sviluppano, generalmente non in modo intenso.
Sono perfetti per chi è molto chiaro e non vuole un passaggio drastico o per chi è già abbronzato (magari al ritorno dalle vacanze) e vuole mantenere il colorito acquisito.
Self tanning day by day lotion, Kiko.

- Autoabbronzanti istantanei: sono dei veri e propri fondotinta per il corpo. Colorano e rendono omogenea la pelle. Scoloriscono quando ci si lava.


Per gli autoabbronzanti classici ci sono delle piccole accortezze da sapere, per avere un risultato ottimale, senza macchie o antiestetiche striature.

Preparazione


Depilatevi e fate uno scrub a tutto il corpo.

Il fattore idratazione è importantissimo, se avete intenzione di autoabbronzarvi il giorno stesso la pelle deve essere pulita, evitate qualsiasi prodotto idratante (anche il bagnoschiuma e lo scrub non devono contenere oli). Se invece la doccia e lo scrub lo fate il giorno prima idratatevi, la pelle lo assorbirà in tempo.


Procedimento


Per stendere l'autoabbrozzante è indispensabile l'uso di un guanto (tannning mitt). Esso aiuta a stendere in modo omogeneo il prodotto e ad evitare che i vostri palmi si macchino.
Applicator mitt, St Tropez.


I pigmenti aderiscono maggiormente su pelli poco idratate per cui più la pelle è secca più il colore sarà scuro. Per evitare macchie scure idratate (o mischiate un pochino di idrantate con la crema autoabbronzante) le zone generalmente più secche del corpo come mani, piedi, gomiti e ginocchia.

Per parti delicate come viso, mani e piedi non serve applicare grandi quantità di prodotto ma basta usare quello che rimane sul guanto dopo aver coperto braccia o gambe.
Latte autoabbronzante idratante viso e corpo, Bionike.


Se si hanno problemi a sfumare lo spray o la mousse basta piccchiettare il guanto, questo trucchetto eviterà striature e macchie.

La schiena è una zona impossibile da coprire interamente da soli per cui serve un aiuto esterno o un applicatore con il manico allungabile.

Dopo


Si consiglia di usare abiti morbidi per almeno due ore per lasciar bene sviluppare il colore dei pigmenti (se la si applica la sera aspettare due ore prima di coricarsi).

Mantenimento


Dopo averla applicata e lasciata sviluppare lavare via lo strato superiore è necessario per ottenere il massimo, colorito più omogeneo e dorato. Idratare abbondantemente.
Per far si che si mantenga il colore idratare tutti i giorni.

Buona abbronzatura!




Giulia Folli

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!

-->

Barra video

Loading...