martedì 28 luglio 2015

Phyto 9. Il miracolo per le punte secche.

Care amiche ossessionate di prodotti per capelli come me, in questo articolo vorrei parlarvi di un prodotto molto chiacchierato - soprattutto sul web - ovvero, il famosissimo Phyto 9.

Un prodotto per capelli che tra beneficio dagli estratti di ben 9 piante. (Per questo motivo, Phyto 9)

Per chi non conoscesse il marchio Phyto, stiamo parlando di un'azienda leader nel campo dei capelli.
Produce appunto shampoo, balsami, prodotti curativi, integratori ecc.. ed è reperibile in farmacia.




Ammetto che, incuriosita dalle tante recensioni lette, ho deciso di acquistarlo.
I miei capelli sono molto molto problematici. Hanno una cute molto grassa e pesante e le lunghezze invece, sono molto secche e disidratate.

Si tratta di un prodotto che ha lo scopo di nutrire le lunghezze e le punte, di ammorbidirle e di eliminare il crespo.

Ha un consistenza simile ad un siero corposo, quindi, non nè una crema ma non è nemmeno troppo liquido.

Per quanto riguarda invece l'applicazione, è molto semplice. Basta semplicemente massaggiare il prodotto delicatamente sulle lunghezze e punte. La quantità necessaria dipenderà da quanto secchi sono i vostri capelli.

Quando e come si utilizza?
Si può utilizzare in svariati modi.

Pre shampoo.
Per un effetto "strong" fate un impacco per shampoo.
Applicate abbondante prodotto lungo le lunghezze e lasciate agire per almeno un'ora.
Dopo di che, procedete con lo shampoo. Ricordatevi di sciacquare bene i capelli prima di lavarli.

Prima della piega.
Prima di procedere la piega con il phon, applicate una o due noci di prodotto sui capelli.
Sarà importante farlo, non solo per nutrirle, ma anche per proteggerli dal calore degli attrezzi che andrete poi ad usare.

Tra uno shampoo e l'altro.
Se tra uno shampoo e l'altro avete bisogno di ulteriore nutrimento potete applicarlo tranquillamente.

Per quanto rigurda il mio caso invece, vi posso dire che: mi è capitato di usarlo come impacco pre shampoo ed i risultati sono stati davvero ottimi!
Ad ogni modo, avendo le punte molto secche, ho bisogno di parecchio prodotto e la quantità (50 ml) risulta pochina se usato spesso per questa funzione.
Sarebbe stato interessante se avessero proposto anche flaconi più grandi.

Come pre piega per me è un must!
Non riesco a farne a meno! Avrò ricomprato almeno tre confezioni da quando ho iniziato a provarla. Mi ammorbidisce e nutre bene le punte ma allo stesso tempo, non mi appesantisce il capello. Lo rende soffice e vellutato. Meglio di qualsiasi altro prodotto che io abbia mai preso.
Non ho il capello crespo con Phyto 9, cosa che, prima invece, spesso capitava.

Tra uno shampoo e l'altro invece, ho provato un paio di volte, e non fa per me.
Forse, a capello asciutto è per me, un prodotto troppo ricco e corposo.
Ad ogni modo, per chi volesse provare, non unge.

Se temete che sia troppo pesante, esiste anche Phyto 7.
E' leggermente più leggero.

Il packaging invece è molto "semplice".
Un classico tubetto che se "spremuto" fa fuoriuscire il prodotto. Il fatto che non sia in vasetto può avere dei pro e dei contro.
Pro sicuramente per chi lo porta con se in borsa. Molto comodo e pratico.
L'unico contro invece, potrebbe essere che in vasetto è molto più semplice evitare sprechi di prodotto.


Ha una scadenza di sei mesi dall'apertura. Fate attenzione!

Ad ogni modo, è un prodotto che amo.



Join the conversation!

Grazie per i vostri commenti!

Ama la vita più della sua logica, solo allora ne capirai il senso.

Latest Instagrams

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Uptowngirl.it" sono di proprietà dei singoli autori e per questo non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2012 - 2016 Uptowngirl.it di Sabina Petrazzuolo. All rights reserved


info@uptowngirl.it - P. IVA - 02818540599
© Lifestyle e travel Blog di Sabina Petrazzuolo. Design by FCD.