Mini guida: i 10 usi del burro di karité!

Il burro di karitè ha proprietà anti-infiammatorie, anti-batteriche, offre protezione alla pelle, cura le piccole abrasioni, previene e riduce le rughe, oltre ad avere una funzione nutriente.



È un prodotto super ecologico, perché non viene neppure coltivato, ma raccolto in natura, infatti si estrae da una piccola noce, frutto dell'albero di Mangifolia. Questo albero cresce spontaneamente in Africa, dove diventa fruttifero spesso dopo decine di anni (può maturare anche dopo 50 anni e spesso può vivere per 300 anni producendo frutti).
Estrarre il burro di karitè da queste noci è un lavoro svolto dalle donne africane, per lo più manualmente e con un lungo procedimento: ci vogliono circa 20 ore per ottenere 1 kg di burro di karitè.

L'albero di Mangifolia

I frutti vengono raccolti, si rimuove la polpa fino ad arrivare alla piccola noce che viene essiccata o arrostita. La noce viene ridotta in polpa, impastata e lavorata a mano con acqua, fino a che la parte grassa coagula e viene separata dall'acqua. A questo punto il burro viene fuso per separarlo dai residui del guscio; quindi il burro, puro, viene fatto solidificare.

Vediamo insieme tutti gli usi cosmetici di questa magnifica sostanza!

1. Maschera per il viso. Prendetene un cucchiaio, ammorbiditelo fra le mani e applicatelo in uno strato spesso sul viso pulito. Lasciate in posa per quindici minuti e poi rimuovete con un panno morbido e umido. Per una pelle super idratata;


2.Trattamento per unghie e cuticole. Se avete le cuticole particolarmente secche e che si spaccano, cosa piuttosto dolorosa e scomoda, o le unghie deboli che tendono a sfaldarsi, prendete una noce di burro di karitè, fatelo sciogliere a bagnomaria, a fuoco lento, e aggiungete il succo di un limone. Mescolate bene e quando la miscela è ancora tiepida immergetevi le dita per cinque minuti;

3.Naso screpolato. Che sia per il sole cocente in montagna o per un brutto raffreddore, per dar sollievo al naso basta spalmare un po’ di burro di karitè sulla zona screpolata e arrossata, per un effetto immediato;

4.Burrocacao. Usatene una goccia come burrocacao per labbra screpolate, e come protettivo dal vento. Non preoccupatevi, il burro di karitè puro viene usato anche come condimento in Africa, quindi potete metterlo sulle labbra senza problemi;

5.Maschera per capelli. Se avete i capelli secchi e danneggiati o se d’estate i vostri capelli se la vedono brutta fra piscine, bagni in mare, vento in spiaggia e tintarella, questa maschera farà contenta la vostra chioma. Sui capelli asciutti applicate il burro di karitè su tutta la lunghezza, o solo sulle parti danneggiate. Lasciate in posa per un’ora e poi lavateli con il vostro shampoo preferito;






6.Per aumentare la durata del profumo. Applicato sulla pelle dopo il bagno, il burro di karitè trattiene il profumo che vi vaporizzerete, facendone durare l’aroma più a lungo;

7. Doposole. Che andiate al mare, in montagna o siate solo appassionati di lettini abbronzanti, il burro di karitè, così ricco e nutriente, è l’ideale da usare come doposole. L’esposizione ai raggi solari disidrata la pelle e aumenta il rischio di invecchiamento cellulare, ridarle idratazione, tono e nutrimento è la cosa migliore da fare, e il burro di karitè fa tutto questo;

8.Migliora la circolazione delle gambe. Ammorbidite un cucchiaio circa di burro di karitè e poi usatelo per massaggiare le gambe, con ampi movimenti, partendo dalle caviglie e risalendo fino alle anche. Il massaggio stimola la circolazione, il burro di karitè vi regala una pelle morbida;


9.Trattamento per i piedi. Basta applicare un po’ di burro di karitè sulle zone interessate, prima di andare a dormire, infilate un paio di calzini e risvegliatevi con piedi di velluto;




10.Scrub per talloni e gomiti. Si sa, sono le zone più secche del corpo, per definizione. Aggiungete un cucchiaino di zucchero a un cucchiaio di burro di karitè fatto ammorbidire e usatelo come scrub sulle zone che ne hanno bisogno.



Vincenza Cesarano

Laureata in Economia e Management presso l’università di Pescara, Vincenza è appassionata di tutto ciò che riguarda la bellezza: dalla cura del viso al make-up, dalla cura del corpo a quella dei capelli passando attraverso il mondo dell’eco-bio. Si cimenta spesso nella preparazione di rimedi fai-da-te e nella lettura di inci, analizzando le peculiarità dei componenti nei cosmetici. Riesce anche a conciliare le altre sue passioni: telefilm e cucina (soprattutto pasticceria). Il suo più grande difetto? È anche il suo pregio migliore: la testardaggine!

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!

Barra video

Loading...