Fuga dalla città: Castel di Tora.

Sembra il titolo di un cofanetto Smartbox ma invece non lo è.
In realtà, avrei potuto anche scrivere "fuga d'amore", perché per me di questo si è trattato ma sarebbe limitativo, non vorrei mai che un viaggio in solitaria o con amici escluda questo itinerario. 

E così,
se cercate un luogo in Italia per trascorrere qualche giorno lontani dalla vita frenetica della città e dal tram tram quotidiano (e anche lontani da tutti) io vi ci sto per portare.
Siamo nel centro Italia, esattamente nel Lazio, regione conosciuta sopratutto per la presenza di Roma, capitale d'italia.
Geografia a parte, escludiamo Roma per questa volta, anche se una capatina nessuno vi vieta di farla, soprattuto se non ci siete mai stati. Al contrario invece, se siete in vacanza nella capitale, ritagliatevi un giorno per una gita fuori porta.
Ci spostiamo a nord-est, è li che troviamo Rieti, ma non è in città che andremo, bensì nella sua provincia.

Siamo a Castel di Tora, esattamente sul lago del Turano, uno dei posti più belli e incontaminati che il Lazio e l'Italia potessero preservare.
Dopo l'uscita a Tivoli si prosegue verso Carsoli, da li in poi solo distese verdeggianti e un cartello che segnala il vicinissimo lago del turano. E così, ecco che si inizia a intravedere, uno specchio d'acqua limpido con sfumature bicromatiche tra il verde e l'azzurro circondato da prati, boschi e da due piccoli e suggestivi insediamenti urbani: Colle di Tora e Castel di Tora.




L'albergo può aspettare, la vista del lago no. In qualunque posizione si decida di fermarsi, il panorama è unico. Il sole batte dirompente su di uno specchio d'acqua che non si lascia spostare neanche dal gradevole vento pomeridiano e tutto diventa magia: bagliori e luccichii regalo prospettive inedite su una vista che, non si riesce neanche a descrivere. Poche persone all'orizzonte e un cinguettio delicato che ti accoglie e che ti consente di ascoltare il rumore del vento.
Siamo arrivati, benvenuti al lago del Turano.

Una premessa che spiega forse da sola il perché di questo titolo.

Il lago del Turano è nato attorno agli anni '40, realizzato sul fiume omonimo con una diga eretta attorno a quegli anni. E' un lago artificiale quindi, e si fatica a crederlo per la sua bellezza. E' meno famoso del suo vicino collega Lago del Salto, meta turistica e luogo di avvistamenti Ufo, ma proprio per questo è il luogo ideale per una fuga dalla città e da tutto e tutti.




Cose da fare.
Niente movida notturna, niente gite culturali. Tutto quello che c'è da fare al lago del Turano è rilassarsi e godere di tutto quello che il panorama e la natura silenziosa possono offrire.
Girando intorno al lago si possono trovare diverse vie d'accesso alla "spiaggia", prevalentemente rocciosa. Alcuni spazi sono totalmente liberi, lasciati allo stato naturale, altri invece sono attrezzati con possibilità di affittare dei lettini.
Per chi ama l'aria aperta e l'attività di campeggio, c'è una zona dedicata direttamente sul lago. Al costo di 5 euro gli organizzatori offrono un posto auto, un braciere a disposizione di tutti e dei bagni. Ideale per chi vuole trascorrere la notte sulla riva del mare a guardare il cielo.

Il lago è balneabile e l'acqua è pulita, quindi d'obbligo è il bagno! Non lasciatevi spaventare dall'acqua fredda e dal fondo un po' melmoso del lago, ne vale davvero la pena.
Se vi piacciono le attività acquatiche, sul lago del Turano potrete divertirvi. Sono diversi gli "stabilimenti" che affittano canoe, kayak e pedalò per scoprire e attraversare il lago. Tra questi segnalo l'Hotel Turano dove ho personalmente affittato una canoa.

Cose da vedere.
Il lago ovviamente.
Prendetevi un po' di tempo per girare il lago e guardarlo da tutte le sue angolazioni.
Da visitare senz'altro è Castel di Tora, un piccolo borgo medievale che predomina il lago del Turano. Per secoli è stato chiamato Castel Vecchio ed oggi è classificato come uno dei più belli borghi d'Italia. Da visitare la sera per godere di tutte le panoramiche offre sul lago.
Colle di Tora invece, è un grazioso paesino di 300 abitanti che affaccia direttamente sul lago. Da qui è possibile godere di una vista meravigliosa e diretta sul lago del Turano e assaggiare, presso uno dei ristoranti del posto, i prodotti tipici locali.


Dove magiare.

I ristoranti in questa zona non sono moltissimi, ma ce ne sono due o tre che vale davvero la pensa di provare.
Il primo in assoluto è l'agriturismo La Posta, attenzione perché crea dipendenza. Situato a Castel di Tora, a pochissimi minuti dal lago, questo agriturismo offre un'ambiente molto accogliente ed una cucina a km 0.
Segnaliamo anche la Riva del Lago, un ristorante pizzeria che affaccia direttamente sul lago.
Entrambi i locali segnalati sono animal friendly, quindi se avete in mente una gita con il vostro cane, Castel di Tora è il luogo adatto.


Dove dormire.


Booking.com
Castel di Tora e Colle di Tora hanno pochi grandi hotel, ma diversi B&B e agriturismi. 
L'agriturismo Le Cascine è tra questi. Un luogo immerso nel verde con una bellissima vista del lago caratterizzato da appartamenti in pietra con camino e un grande spazio verde esterno dove rilassarsi durante il giorno.
Potete prenotare in tutta sicurezza su AirBnb.






Consigli per il weekend.
Se avete deciso di passare un weekend all'insegna della "pace dei sensi", siete nel posto giusto.
Se optate per un appartamento e intendete dedicarvi alla cucina, dovete sapere che l'unico alimentari a portata di mano è quello nel cuore del paese. Altrimenti, il primo supermercato utile è quello di Carsoli.

Castel di Tora è un luogo assolutamente animal friendly, potrete portare il vostro amico a 4 zampe al lago con voi e anche nella maggior parte dei ristoranti e degli alberghi presenti sul territorio.
Se vi piacciono gli sport acquatici, programmatene qualcuno, altrimenti affittate un pedalò e fate il giro del lago.
L'estate è d'obbligo il bagno, in inverno potrete godere del panorama delle montagne innevate.
Potete passeggiare per i paesini circostanti al lago a piedi o in bicicletta.
Non dimenticate infine la macchina fotografica, la bellezza del lago va fotografata in ogni suo angolo.



Sabina Petrazzuolo

Blogger di Uptowngirl.it - Segni particolari: Ecclettica. Classe 1988, storica dell'arte e esperta di comunicazione digitale, amante dei viaggi, della moda e della cultura.
Delle mie passioni ne ho fatto un lavoro e dopo anni di formazione ed esperienze professionali attualmente lavoro come freelance seguendo startup e aziende di settore. Nel "tempo libero" mi dedico alla scrittura, oltre a scrivere ed editare articoli su Uptowngirl Blog collaboro con testate giornalistiche e magazine. Mi trovate con un macbook in una mano e la valigia nell'altra, pronta a scoprire nuovi luoghi, tradizioni e culture, conoscere nuova gente e nuovi sapori.

Ho trasformato la mia vita in una storia che racconto ogni giorno su Uptowngirl.it

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!

-->

Instagram

Barra video

Loading...