Cosa vedere a Marsiglia: attrazioni e itinerari



Caotica, intensa, multietnica. Marsiglia con le sue contraddizioni uniche nasconde un fascino senza tempo che riecheggia nelle strade, nei quartieri e negli edifici storici e culturali. Marsiglia è la più antica città di Francia e si racconta attraverso le sue mille sfaccettature. Un luogo da visitare in ogni suo aspetto, per questo consigliamo di munirsi del Marsiglia Pass per non perdere neanche un angolo.

Cosa vedere a Marsiglia.

Vecchio porto
Il quartiere del vecchio porto è il più antico e caratteristico della città. E’ popolato da più di 2600 anni e, una passeggiate tra le strade del vecchio porto, equivale ad un salto nell’autenticità del passato. Qui si trovano bar, teatri, velieri e pescatori e tantissimi edifici colorati e differenti tra loro.

Notre Dame de la Guarde
La basilica di Notre Dame de la Guarde è uno dei più portante luoghi di culto dell’intera città. Un edificio straordinario situato nel punto più alto della città meta di pellegrinaggio popolare, il suo interno regala un’esperienza mistica da non perdere.







Palais Longchamp
Il palazzo di Longchamp è stato costruito in onore all’acqua e inaugurato nel 1869. Al suo interno è possibile visitare il Museo di belle Arti, il Museo di Storia Naturale e un parco botanico che in passato è stato anche zoologico.

Cattedrale
La cattedrale di Santa Maria Maggiore rappresenta uno degli edifici più belli e scenografici di tutta Marsiglia. La costruzione attuale risale alla seconda metà del 1800, tuttavia secondo alcuni studiosi nello stesso luogo sorgeva un tempio dedicato ad Artemide. Oggi luogo sacro di culto cattolico, la cattedrale presenta un’imponente facciata in stile neo bizantino.

Les Calanques
A pochi passi dal centro vivace e caotico di Marsiglia, ecco aprirsi grandiosi spazi dove la natura fa da protagonista: les Calaques. Un tratto di costa che arriva fino a Tolone caratterizzato appunto da calanche che si susseguono numerose. Qui consigliamo attività di trekking tra la natura selvaggia.

Abbazia di San Vittore
L’abbazia di San Vittore risale al V secolo e sorge vicino alle tombe dei martiri. Rappresenta la prima testimonianza della vita monastica a Marsiglia e i suoi interni richiamano suggestivamente i tempi lontani. Una tappa da aggiungere ad un itinerario culturale e religioso.



Nouveau Stade Vélodrome
Che siate tifosi del calcio o meno, lo Stadio Vèlodrome rappresenta un’attrazione da visitare se siete nei pressi di Marsiglia sia per la sua capienza che per la sua maestosa architettura.


Marsiglia è una città così bella che deve essere scoperta in ogni suo dettaglio. Per questo il consiglio è quello di optare per un tour a piedi o in bicicletta, due soluzioni ideali per respirare l’aria dei quartieri caratteristici. Tuttavia può essere divertente scegliere di guardare la città “dall’alto” facendo il tradizionale tour con un autobus a due piani. 
Gli amanti del cibo potranno senz'altro optare per un tour enogastronomico (sapere quanto li adoro vero?) alla scoperta dei prodotti locali di tutta la Provenza. A questo proposito, per chi ama deliziarsi con pietanze a base di pesce, dovete sapere che i frutti di mare vengono impiegati per la maggior parte dei piatti locali. Quando andate a Marsiglia non dimenticate di ordinare tra il bouillabaisse (una zuppa di pesce e frutti di mare). Consiglio di optare per l’itinerario gastronomico il lunedì quando i musei sono chiusi.

Per chi ha intenzione nel breve periodo di partire per Parigi, il consiglio è quello di ritagliarsi un giorno per vedere Marsiglia. La città infatti è facilmente raggiungibile da Parigi in aereo e in treno con i collegamenti ad alta velocità.

Sabina Petrazzuolo

Blogger di Uptowngirl.it - Segni particolari: Ecclettica. Classe 1988, storica dell'arte e esperta di comunicazione digitale, amante dei viaggi, della moda e della cultura.
Delle mie passioni ne ho fatto un lavoro e dopo anni di formazione ed esperienze professionali attualmente lavoro come freelance seguendo startup e aziende di settore. Nel "tempo libero" mi dedico alla scrittura, oltre a scrivere ed editare articoli su Uptowngirl Blog collaboro con testate giornalistiche e magazine. Mi trovate con un macbook in una mano e la valigia nell'altra, pronta a scoprire nuovi luoghi, tradizioni e culture, conoscere nuova gente e nuovi sapori.

Ho trasformato la mia vita in una storia che racconto ogni giorno su Uptowngirl.it

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!

-->

Barra video

Loading...