Come organizzare un viaggio low cost

Viaggiare low cost, si può? 
Vi confesso una cosa, il titolo originario di questo articolo era: "Viaggiare low cost, chi io? Ma quando mai!", si perché lo ammetto senza nascondermi e ci metto pure la faccia, non sono molto famosa per essere brava a risparmiare, sopratutto in viaggio.


Come organizzare un viaggio low cost



Se da un lato infatti riesco a prenotare voli low cost e alberghi con un ottimo rapporto qualità prezzo, dall'altro tutto quello che risparmio per l'organizzazione lo spendo, moltiplicato per sette per lo shopping di viaggio. Succede anche a voi?
Una magra consolazione però c'è, conosco persone infatti che non hanno la minima percezione del viaggiare low cost. Questo articolo è proprio per voi: ho deciso dopo anni di esperienza nell'organizzazione di viaggi personali di raccontarvi tips and tricks per risparmiare qualcosa specificando che, non sono un buon esempio da seguire una volta messo piede in terra straniera (la faccenda dello shopping, avete presente?)

ATTENZIONE. La lunga premessa qui sopra esplicata merita ulteriore precisazione. Ci sono tantissimi travel blogger che viaggiano low cost e che possono darvi consigli su come organizzare e fare un viaggio risparmiando. Qui di seguito non troverete camere condivise/alloggi in ostelli e/o campeggi perché io non sono un'avventuriera e amo la comodità e anche i viaggi lusso E spa.
Ora, potete continuare la lettura.



Viaggiare low cost: prenotare treni e aerei


Partiamo dalla base. Dopo aver definito il luogo della prossima destinazione si passa all'atto pratico, bisogna cominciare ad organizzare il viaggio low cost e direi che nella più comune delle ipotesi si inizia proprio con la ricerca del volo aereo o la tratta treno per raggiungere la destinazione.

E' convinzione di tutti che "prenotando prima si risparmia assai", questa prima era verità assoluta, oggi un po' meno. Io sono una di quelle che non prenota mai in largo anticipo a causa dell'ansia da lungo termine, ma vi confesso che questo non mi ha mai impedito di fare buoni affari.
Tuttavia il mio lavoro da blogger mi consente di organizzare i viaggi senza dover fare richieste di ferie o altro, al contrario di quello che accade appunto quando si lavora in azienda. In quel caso si, con le ferie programmate potete sicuramente giocare di anticipo anche se, se siete amanti del "rischio" io al last minute un pensierino ci farei.

Cominciamo dai treni, in Italia fondamentalmente abbiamo due scelte per viaggiare e raggiungere i nostri posti del cuore: Trenitalia e Italo. Entrambe le compagnie ferroviarie offrono ad esempio per i possessori della fidelity card sconti in giorni ben precisi. Altre scontistiche legate alla card sono applicate ad esempio in base all'età.
Con Italo e Trenitalia posso dire che vale la regola del "prenota prima che risparmi", non vi nego però che anche in questo caso un paio di volte acquistando il biglietto appena due giorni prima dalla partenza ho usufruito di un'importante offerta. Ad ogni modo, entrambe le compagnie, sopratutto Italo, offrono durante l'anno e in più occasioni biglietti a prezzi molto ridotti con prenotazione anticipata. Il mio consiglio, nel caso in cui viaggiaste molto con il treno per piacere e per lavoro è quello di iscrivervi alla newsletter di entrambe le compagnie per approfittare degli sconti.


Come organizzare un viaggio low cost


Parliamo di aerei, i mezzi di trasporto che ci consentono di fare brevi o lunghi spostamenti. Viaggiare low cost con un aereo oggi è davvero possibile. In principio fu Ryanair, una delle prime aziende, se non l'unica, a proporre biglietti aerei per capitali d'Europa e a prezzi bassissimi. Oggi la concorrenza è tanta, sono molte le compagnie aeree a proporre tratte di viaggio a prezzi conveniente senza rinunciare alla comodità di un volo di linea.
Vi confesso che però raramente ho trovato offerte come quelle offerte da Ryanair, parliamo di biglietti aerei tra i dieci e i venti euro per raggiungere Marsiglia, Bucarest o Barcellona. Con trenta euro invece si può raggiungere Marrakesh o Lanzarote. Certo, le offerte fanno riferimento sempre a determinati periodi e ad un viaggio senza bagaglio in stiva, ma con un po' di organizzazione si può risparmiare un bel po'.


Come organizzare un viaggio low cost


Viaggiare low cost: la ricerca dell'hotel

Passiamo all'hotel. Molti dei travel blogger e travel addicted che conosco e che viaggiano low cost sono assidui frequentatori di ostelli, campeggi e altre soluzioni conviviali. Il mio carattere mi impedisce di trovare soluzioni del genere, sono troppo affezionata alle comodità e alla mia privacy per scegliere soluzioni di ristoro condivise.
Tuttavia penso di essere brava, almeno questo, nel cercare ottime soluzioni low cost di buona qualità. Le risorse in questo caso sono tantissime, oltre ai consueti siti di prenotazione online e confronto prezzi che consentono appunto di visionare le offerte migliori, vi consiglio di tenere sotto mano durante la programmazione del viaggio anche i siti bedandbreakfast.it e airbnb. Il funzionamento dei due siti segnalati è completamente diverso. Il primo rappresenta una sorta di pagine gialle dei b&b italiani, ne trovate davvero tanti e da lì potete prendere i contatti e e telefonare o prenotare. Airbnb invece è famoso in tutto il mondo per la sua facilità di prenotazione online, personalmente ho usufruito del servizio solo per prenotazioni in Italia, all'estero di solito preferisco alloggiare in Hotel.
A proposito di Airbnb, registrandovi qui, otterrete immediatamente 25 euro in crediti di viaggio!

Se siete giornalisti o travel blogger potrete presentare all'hotel il vostro itinerario di viaggio chiedendo allo stesso di diventare vostro sponsor oppure chiedendo se la loro policy prevede delle tariffe agevolate per professionisti del settore.


Come organizzare un viaggio low cost



Viaggiare low cost: tour e visite guidate

Parlare di viaggi low cost e poi andare alla ricerca di tour e visite guidate sembra un controsenso. Insomma, se il vostro obiettivo è quello di organizzare uno o più viaggi risparmiando qualcosina, credo che raramente vi verrà in mente di rivolgervi ad un'agenzia di viaggio.
La chiave di un viaggio low cost sta proprio nell'auto organizzazione dello stesso, non credete? Tuttavia direi che in alcuni casi, sopratutto nei viaggi extra europei ci sta che uno senta il bisogno di affidarsi ad esperti e/o ad agenzie per attività da svolgere sul posto. Il mio consiglio in questi casi è di fare tutto prima di partire evitando di prenotare visite o altro direttamente sul posto, non avendo conoscenza del territorio e dei prezzi della concorrenza rischiereste di pagare il triplo rispetto ad una prenotazione online.
Facendo delle ricerche prima di partire infatti avreste un'idea dei prezzi che ci sono in giro e potrete prenotando in anticipo partire a cuor leggero sapendo di aver organizzato tutto nei minimi dettagli.
Ce ne sono diversi di siti web che ti consentono di prenotare tour, escursioni e altre attività online. Il migliore secondo me è Getyourguide, provato ed approvato dalla sottoscritta.


Organizzare un viaggio low cost come avrete visto non è poi così difficile. Come vi ho anticipato il mio vero problema sta nel risparmiare in viaggio, questa è una cosa a cui devo lavorare ancora molto. Qualcuno ha il mio stesso problema?

Ti è utile questo articolo? Condividilo ora
ENTRA A CASA DI SABINA.
Iscriviti alla newsletter e resta aggiornata sui viaggi, esperienze e novità che racconto ogni giorno sul blog. Niente Spam, giuro. Solo qualche notizia per aggiornarti sul tuo blog lifestyle preferito.


Sabina Petrazzuolo

Italian Lifestyle Blogger - Nata sotto il legno del leone. Confusionaria e confusa, eclettica per dirlo elegantemente. Amante dei fiori e del colore rosso sogna una vita vista mare immersa nei colori dell'autunno e negli addobbi di Natale. Storica dell'arte, digital project manager e blogger, si occupa di formazione e consulenza per l'avvio di progetti digitali. Vive delle sue passioni e le racconta su Uptowngirl.it 

2 commenti:

  1. Grazie per i preziosi consigli. Anche io ho notato che questa corsa al prenotare molto prima non crea sempre grandi vantaggi. E come te spendo parecchio in souvenir e ricordi xD
    Nuovo post sul mio blog, passa a trovarmi!
    Soffice come una nuvola
    Ti seguo già ;) se ancora non sei mia follower e ti va di ricambiare sei la benvenuta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me personalmente viene l'ansia. Per il discorso degli acquisti compulsivi in viaggio dobbiamo fare qualcosa, creiamo un gruppo anonimo :)

      Elimina

Grazie per i vostri commenti!