Toscana regina Italiana per il wedding business

Il caso del royal wedding tra Harry e Meghan lo insegna: i matrimoni sono anche un fenomeno mediatico, ma soprattutto un grande business. Un esempio lampante arriva dalla Toscana, la regione italiana che meglio ha saputo attrezzarsi per intercettare le esigenze e gli interesse dei futuri sposi, soprattutto stranieri.







Il fenomeno del wedding business

Come rivelano recenti statistiche, a livello nazionale il fatturato che gira attorno ai matrimoni di stranieri è di 440 milioni di euro, derivanti dagli oltre 8 mila eventi che sono stati celebrati e organizzati nel 2016 nel nostro Paese; la parte più consistente di questa "torta" è occupata proprio dalla Toscana, che nel solo 2016 ha visto la registrazione di 2 mila 567 nozze con coppie provenienti dall'estero, con una media di 54 mila 980 euro spesi per ogni matrimonio”, come sottolineato da Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica, e un giro di affari in beni e servizi di oltre 141 milioni di euro.



La Toscana in testa alle preferenze


Il fenomeno del wedding business vede dunque trionfare la regione dell'Italia centrale, che supera nelle preferenze degli stranieri sia Lombardia che Campania, conquistando quasi il 32 per cento degli sposi che pensano a una meta italiana per le loro nozze. Si tratta di una vera e propria "manna" per l'economia regionale, che ha accolto nel solo 2016 più di 131 mila persone arrivate per assistere alle nozze di amici e parenti, segnando quasi 500 mila pernottamenti complessivi, e per il biennio 2017-2018 si prevede un'ulteriore crescita del settore, stimata intorno al 4 o 5 per cento.

Location di lusso per i neo sposi


A beneficiare di questo trend è ovviamente anche l'indotto, con centinaia di località e 2 mila 800 operatori coinvolti, tra fiorai, fotografi, wedding planner e strutture dedicate, che si differenziano anche nell'offerta e nell'accoglienza è il caso, solo per citare un esempio, il Relais Vignale si sta caratterizzando come meta privilegiata per chi cerca hotel di lusso nel Chianti come location esclusiva per la propria vacanza o per il grande evento. Proprio il luxury hotel è la tipologia di location preferito dagli stranieri (32,4 per cento dei casi), seguito dalle ville storiche (28,2 per cento), ma la tendenza del 2017 e del 2018 rivela l’aumento dell’interesse per posti anche più tradizionali, soprattutto ville, borghi e tenute.





Una strategia mirata


Il successo della Toscana deriva anche da scelte lungimiranti, come l'accordo tra il citato ente di promozione turistica regionale e Destination Florence Convention Bureau, una collaborazione mirata proprio a promuovere il territorio in questa specifica fetta di mercato e di recente rinnovata per altri anni. Analizzando nel dettaglio i trend, le location preferite restano i borghi antichi, a cominciare da Fiesole e Certaldo nella provincia fiorentina; il capoluogo Firenze, da solo, attira il 15 per cento del mercato regionale, soprattutto "big spender", che arrivano addirittura a "fittare" intere piazze.

Chianti e Firenze le mete preferite


Il Chianti resta invece meta preferita per gli olandesi che vengono a sposarsi in Toscana, mentre si segnalano interessi crescenti da parte dei promessi sposi di Cina e Russia; la classifica degli stranieri che scelgono la regione per le loro nozze continua a vedere in testa inglesi, statunitensi, australiani e tedeschi, mentre per quanto riguarda il periodo scelto la stagione "giusta" va prevalentemente da maggio a settembre, ma si registrano buoni risultati anche negli altri mesi.

Sabina Petrazzuolo

Italian Lifestyle Blogger - Nata sotto il legno del leone. Confusionaria e confusa, eclettica per dirlo elegantemente. Amante dei fiori e del colore rosso sogna una vita vista mare immersa nei colori dell'autunno e negli addobbi di Natale. Storica dell'arte, digital project manager e blogger, si occupa di formazione e consulenza per l'avvio di progetti digitali. Vive delle sue passioni e le racconta su Uptowngirl.it 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!

//]]>