Un menù ricco per l autunno: ecco le mie proposte

Quando l’autunno comincia a manifestarsi nelle nostre vite, ecco che il freddo torna ad avvolgerci, più o meno all’improvviso. Altrettanto improvvisamente, poi, accusiamo il bisogno di aggiungere gradi e calore al nostro corpo, così da poterci difendere dalle basse temperature. Per farlo in un modo soddisfacente, possiamo come sempre rivolgerci alla tavola e alla buona cucina. Di conseguenza, oggi vi elencherò alcune delle proposte che reputo più interessanti, per la composizione di un gustoso menù a prova di freddo. 




Antipasto: stuzzichini ai porri e funghi






Un buon menù inizia sempre 

dagli stuzzichini, ideali per aprire l’appetito e per cominciare a regalare calore al nostro corpo e al nostro spirito. Se si parla di tavola e autunno, i miei preferiti sono quelli ai porri e ai funghi. Impossibile trovare un altro esempio così calzante, visto che si parla di ingredienti tipici di questa stagione. La preparazione, poi è semplicissima, dato che in fondo si parla di tramezzini dorati in padella.
Basta prendere le fette di pancarré e spalmarci sopra un po’ di burro, per poi saltare in padella funghi champignon e porri. Bisogna aggiungere un po’ di timo, maggiorana, sale e pepe per dare un altro sprint al sapore.
Fatto questo, i tramezzini vanno riempiti e poi dorati in padella da entrambi i lati. Una ricetta semplice che saprà come soddisfare il vostro palato.



Primo piatto: farfalle allo zafferano, verdure e speck

In assoluto uno dei piatti che sa come regalarmi le maggiori soddisfazioni, quando fa capolino l’autunno. Vi sto parlando delle farfalle allo zafferano con speck e verdure, un piatto ideale per chi ama sia il gusto sia i colori della buona cucina. Per questo piatto occorre scegliere una pasta che sappia esaltare il condimento, fra i tipi di pasta che si sposano bene con la ricetta troviamo le farfalle di pasta, possibilmente di grano duro come ad esempio queste de La Molisana, che garantiranno una buona consistenza della pasta. Poi bisogna scegliere lo speck, per gli amanti dei sapori decisi consiglio lo speck altoatesino. Per saperlo scegliere bisogna prestare attenzione alla vista e all'olfatto: la parte magra deve essere di rosso vivo mentre l'odore dovrà essere deciso e delicato. Gli altri ingredienti sono lo zafferano, le zucchine, le carote, il vino bianco e l’aglio. La preparazione è immediata: dopo aver messo l’acqua a bollire, si mettono le strisce di speck in padella. In seguito si aggiungono anche le verdure tagliate a listelle, e infine la pasta va cotta al dente.



Secondo piatto: polpette di melanzane al forno 

Chiudo con un secondo piatto decisamente all’altezza di questo menù, come le polpette di melanzane al forno. Basta solamente un pizzico di manualità per prepararle, perché risultano poi velocissime da cuocere. Per preparare l’impasto bisogna usare il pangrattato, un uovo, le melanzane cotte, l’aglio e il prezzemolo, per poi modellare le palline condendo con sale, pepe e noce moscata. Le polpette andranno in seguito bagnate con un filo d’olio e adagiate su una teglia e sopra la carta forno. Il tutto andrà infornato a 180 gradi, per quaranta minuti circa. 



Un menu come quello che vi ho proposto oggi saprà come tenervi al calduccio e, al tempo stesso, saziarvi e deliziarvi il palato.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!



ENTRA A CASA DI SABINA.
Iscriviti alla newsletter e resta aggiornata sui viaggi, esperienze e novità che racconto ogni giorno sul blog. Niente Spam, lo odio quanto te. Solo qualche notizia per aggiornarti sul tuo blog lifestyle del cuore.

Sabina Petrazzuolo

Italian Lifestyle Blogger - Nata sotto il legno del leone. Confusionaria e confusa, eclettica per dirlo elegantemente. Amante dei fiori e del colore rosso sogna una vita vista mare immersa nei colori dell'autunno e negli addobbi di Natale. Storica dell'arte, digital project manager e blogger, si occupa di formazione e consulenza per l'avvio di progetti digitali. Vive delle sue passioni e le racconta su Uptowngirl.it 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!

//]]>