giovedì 28 marzo 2019

Sono un lupo solitario per scelta

Sono un lupo solitario e lo sono sempre stato, sin da quando ero bambina.



Sono un lupo solitario per scelta


Ricordo bene quando preferivo saltare le uscite in cortile a ricreazione prima e le feste e i party dopo. Si, anche durante la mia adolescenza inventavo scuse su scuse per non frequentare discoteche e altri eventi tipici di quell'età.


Non immaginatemi come una depressa chiusa in casa, diciamo solo che non sono stata sempre particolarmente propensa alla vita mondana e nonostante le frequentazioni con amici e ragazzi e le uscite nei weekend ho sempre avuto la fortissima necessità di avere del tempo per me: per scrivere, per pensare, per immaginare, per amare.

Si anche l'amore per me era un processo della mia solitudine.

Per sopperire al vuoto che creavo attorno a me, mi capitava spesso di fare una sorta di caccia alla ricerca di quella persona che mi sarebbe stata accanto nel bene e nel male: nei miei momenti peggiori, nelle mie gelosie e ossessioni, nelle paranoie e nell'estenuante ricerca di domande a cui non avrei mai trovato un perché.
I risultati ve li lascio immaginare: disastrosi!
Nel migliore dei casi finiva con un allontanamento silente della persona scelta, nel peggiore io mi ritrovavo a vivere l'ennesimo dramma di un'umanità che non riconoscevo e arrivavo sempre a quella solita e conosciuta conclusione: sto meglio sola.

Si perché poi diciamolo, quando si sceglie la solitudine ci si convince che questa sia l'unica strada per non soffrire a causa delle persone e dei loro atteggiamenti, come se poi ci fosse un codice etico e univoco al quale tutti devono ispirarsi.
Io l'ho pensato per tanto tempo, facendomi paladina di buoni sentimenti e buone azioni perché il tradimento e l'abbandono proprio non fanno parte di me.


Non ho mai fatto grosse distinzioni tra amici e fidanzati, per me il tradimento è sempre stato una cosa  seria, piuttosto avrei dovuto lavorare sul significato stesso di tradimento e smettere di sentirmi umiliata e messa da parte solo perché le persone che interagivano con me avevano altri interessi.
Ho sempre fatto fatica ad accettare questo, ho sempre avuto molta difficoltà ad ammettere di non essere al centro della persona che avevo scelto come amica o come fidanzato. Quando succedeva, finiva sempre che mi promettevo di restare sola, perché sarei stata l'unica persona a non tradirmi, a non ferirmi, a non preferire qualcun altro a me. La verità è che mi perdevo proprio su questo punto, preferivo sempre gli altri a me.

Per anni ho creduto di potermela cavare da sola e così è stato. Per anni ho creduto che tenere a distanza le persone mi avrebbe tenuta al sicuro, così al contrario di tutto quello che si pensa conoscendomi perché si, il mio carattere estremamente esuberante ed estroverso può ingannare, credevo che non accettando inviti a prendere un caffè o rispondendo "grazie" quando qualcuno mi scriveva "ti voglio bene", avrei trovato la strada della felicità.
Ma i sentimenti spesso sanno essere più forti della volontà o forse inconsapevolmente o quasi ho fatto si che questi prendessero il sopravvento e così ho deciso di far entrare, a poco a poco delle persone nella mia vita.
"poche ma buone" mi sono detta e non vi nego che ho rischiato di perderle per gli stessi motivi per cui avevo scelto la solitudine.
E' incredibile se penso che quelle persone, nonostante tutto hanno scelto di starmi vicino malgrado io le abbia respinte, rifiutate forse anche umiliate così tante volte da perdere il conto. 
Sono riuscita a dare fiducia alle persone, non completamente intendiamoci. Una parte di me è ancora convinta che prima o poi chi ti sta vicino ti tradirà per un motivo o per l'altro. Ma non posso negare che mostrare le mie fragilità e i miei mostri ad una persona che nonostante tutto mi è rimasta vicino abbia fatto si che questa si conquistasse un posto nel mio cuore.

Volete sapere se ne è valsa la pena?
Si e no. Confesso che di delusioni ce ne sono state e probabilmente ce ne saranno ancora molte ma ho imparato a vivermi serenamente i rapporti.
Ci sono persone che sono nella mia vita da così tanto tempo, da non riuscirle ad immaginare in nessun altro posto nel mondo se non al mio fianco. Sono le stesse persone che nonostante le piccole delusioni e le incomprensioni sono sempre state qui, anche quando io non le vedevo.
Altre semplicemente sono state di passaggio, ma non per questo meno importanti.


Io nonostante tutto me la cavo. Sto imparando ad affidarmi alle persone e a chiedere aiuto senza troppi giri di parole anche se faccio una gran fatica.
Non sono ancora alla ricerca del branco ma non vi nego che mi piace passeggiare in compagnia quando fuori è buio.



Join the conversation!

Grazie per i vostri commenti!

Ama la vita più della sua logica, solo allora ne capirai il senso.

Latest Instagrams

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Uptowngirl.it" sono di proprietà dei singoli autori e per questo non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2012 - 2016 Uptowngirl.it di Sabina Petrazzuolo. All rights reserved


info@uptowngirl.it - P. IVA - 02818540599
© Lifestyle e travel Blog di Sabina Petrazzuolo. Design by FCD.