H&M, la Garment Collecting e la world recycle week


La Garment Collecting è un’iniziativa H&M, la prima fashion company a lanciare una campagna di sensibilizzazione rivolta a tutti i cittadini al fine di ridurre lo spreco di vestiti ed educare al riciclaggio. Fondata nel 2013 con l’obiettivo di chiudere il cerchio, ossia un particolare processo di produzione in cui vengono collezionati e riciclati vecchi oggetti per crearne dei nuovi, la Garment Collecting permette di depositare in tutti i negozi H&M capi smessi di qualsiasi marca e in qualsiasi condizione estetica ricevendo in cambio non solo una parziale protezione dell’ambiente di cui tu, con il tuo gesto, ti rendi partecipe, ma anche dei vouchers da spendere in negozio.


Lo spreco di vestiti è una problematica che spesso si tralascia e di cui non si sente parlare in giro. L’origine di questo male, a mio parere, è la disinformazione di cui oggi, purtroppo, ne siamo pieni. Ma anche l’ovvietà: siamo così abituati a comprare ed indossare vestiti che non ne riconosciamo più il valore, per noi il vestirci è un’attività che la si dà per scontata, così che quando qualcosa non ci piace più semplicemente la buttiamo. Ogni anno migliaia di tonnellate di vestiti vengono impacchettati in sacchetti di plastica e buttati via, basti pensare che solo in Italia ci sono ben 36 milioni di euro di capi gettati in discarica. Probabilmente non tutti sanno quanto, già una semplicissima T-shirt, costi all'ambiente, non tutti sanno delle gravissime conseguenze che, quotidianamente, vengono prodotte dalle industrie tessili e che colpiscono il nostro mondo, la nostra vita. Secondo l’Agenzia danese per la protezione ambientale ‘’una normale maglietta di cotone costerebbe 2,95 euro in termini di acqua, fertilizzanti ed energia’’ ¹, o ancora ‘’un chilo di abiti usati raccolti riduce di 3,6 kg le emissioni di anidride carbonica, di 6.000 litri il consumo di acqua, 0,3 kg di fertilizzanti e 0,2 kg di pesticidi’’ ².

A prendere parte dell’iniziativa H&M è anche la cantante britannica Mathangi Maya Arulpragasam, meglio conosciuta come M.I.A, che per l’occasione ha registrato un video esclusivo ( il debutto è previsto per l’11 aprile, esattamente una settimana prima della world recycle week ) in cui pone in primo piano proprio la tematica dell’impatto ambientale di tutti quei vestiti che ogni anno finiscono nelle discariche. In attesa della world recycle week, H&M ci suggerisce tre diversi modi per evitare lo spreco di indumenti:

  • -          Rewear: i vestiti vengono venduti come abiti di seconda mano. Potresti portare i tuoi vecchi abiti in un comunissimo mercatino dell’usato o nei tanti negozi vintage e retrò che stanno popolando le grandi città;
  • -          Reuse: i vecchi vestiti vengono trasformati in altri prodotti. Sul TUBO ci sono migliaia di video tutorial che mostrano, passo dopo passo, come trasformare qualcosa che non si indossa più in un must-have dell’anno.
  • -          Recycle: i vestiti riciclati vengono trasformati in fibre tessili da utilizzare per creare nuovi indumenti.


La world recycle week avrà inizio il 18 aprile e terminerà il 24. Approfittane per fare spazio nel tuo armadio e rigenerarlo con dei nuovi acquisti grazie ai vouchers H&M!
Fallo per il mondo.
Fallo per la tua vita.




Unknown

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!

//]]>