Stonewall: il film.



Chi conosce Roland Emmerich? Se la risposta è no, potete uscire da questo blog. Scherzi a parte, forse i più giovanissimi non avranno mai visto film come Independence Day, 2012 o The Day After Tomorrow, ma è impossibile non averne mai sentito parlare.

Quello che tutti questi film hanno in comune è, oltre al regista il genere, si tratta di disaster movie Emmerich in questo campo non lo batte nessuno o quasi. 
Eppure oggi Emmerich ci stupisce, ha deciso infatti di mostrare al suo pubblico qualcosa di diverso, oggi vi parliamo di Stonewall, l'ultimo lavoro del regista in uscita nelle sale cinematografiche in Italia il 5 Maggio 2016.




Il film, che prende il nome dal bar Stonewall Inn (da cui ebbero inizio gli omonimi moti del 1969), racconta le vicende dei due protagonisti interpretati da Jeremy Irvine e Jonathan Rhys-Meyers sullo sfondo della New York alle soglie degli anni ’70, underground e ribelle e ancora in cerca di una propria identità. Ma vedremo come in realtà, a cercare la propria identità sono i ragazzi del film, poco più che adolescenti che si ritrovano ad affrontare i grandi problemi tipici di quell'età, tra cui l'omofobia.

Insomma un film avvolgente dove tutto viene messo alla prova, dai protagonisti del film allo stesso regista che ha avuto il coraggio di mettersi in gioco con qualcosa di completamente diverso.

Vi abbiamo incuriosito?
Intanto vi lasciamo con una piccola anticipazione del trailer, di Stonewall e ci vediamo dal 5 Maggio nelle sale!
Buona visione.


Sabina Petrazzuolo

Blogger di Uptowngirl.it - Segni particolari: Ecclettica. Classe 1988, storica dell'arte e esperta di comunicazione digitale, amante dei viaggi, della moda e della cultura.
Delle mie passioni ne ho fatto un lavoro e dopo anni di formazione ed esperienze professionali attualmente lavoro come freelance seguendo startup e aziende di settore. Nel "tempo libero" mi dedico alla scrittura, oltre a scrivere ed editare articoli su Uptowngirl Blog collaboro con testate giornalistiche e magazine. Mi trovate con un macbook in una mano e la valigia nell'altra, pronta a scoprire nuovi luoghi, tradizioni e culture, conoscere nuova gente e nuovi sapori.

Ho trasformato la mia vita in una storia che racconto ogni giorno su Uptowngirl.it

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!

-->

Barra video

Loading...