CENA ITINERANTE “WEEKEND” IX EDIZIONE “Contraddizioni. Percorsi fra arte e cibo privatamente pubblici

Torna a Faenza il 13-14-15  maggio 2016, la CENA ITINERANTE, per la nona edizione.
L'evento che nel maggio 2015 ha portato in città oltre 4.000 visitatori, per questa edizione è caratterizzato da un weekend itinerante in cui scoprire il Distretto A, il Quartiere ad Alta Densità Artistica. Il tema scelto per quest'anno è: “Contraddizioni”: spazi privati diventeranno pubblici e porte chiuse si troveranno aperte, regalando anche ai visitatori più lontani la possibilità di esplorare angoli insoliti di Faenza.



Naturalmente la serata di venerdì 13 maggio sarà dedicata alla consueta Cena Itinerante, in cui l'unica regola consisterà nello scegliere percorso e menù.

Le iniziative proseguiranno poi sabato 14 maggio e la mattina di domenica 15 maggio, nuove opportunità per visitare gli ALLESTIMENTI ARTISTICI e luoghi aperti al pubblico in via eccezionale, come il Museo Diocesano di Faenza


Ci saranno molti ospiti:
la star della pasticceria SEBASTIANO CARIDI, vincitore del programma Rai “Il più grande pasticcere”; lo chef stellato MARCO CAVALLUCCI (da La Frasca di Milano Marittima, Ravenna); BEE L'ARROSTICINO GURMEÈ da Civitanova Marche e lo spazio dedicato al free magazine Gagarin in cui cucinerà MATTARELLO AWAY.

La rivista DISPENSA firmerà invece un progetto fotografico dedicato alle dispense dei cucine e sale da pranzo di Distretto A: ogni credenza dice tanto di noi, della nostra storia, delle abitudini, vizi e virtù. Insieme a loro, come nelle precedenti edizioni, i creatori di POSTRIVORO e i sempre attesissimi SENEGAL BOYS, abitanti del quartiere cuochi per una sera. Torna dopo una pausa anche Loco Squad di Milano Marittima.

Tra le varissime proposte culturali, oltre alle esposizioni dedicate alla ceramica, anche l'apertura inedita di uno studio fotografico che racconterà come si scandiva la vita di  un'immagine analogica (“Formato LEICA e molto altro …”) e una mostra temporanea in una galleria d’arte , “Ci sono e non ci sono” a cura di Andrea e Matteo Zauli (direttore del Museo Carlo Zauli).

Ci saranno anche insegnanti, genitori e bambini impegnati insieme a cucinare e raccogliere fondi, ma anche GAS e ManiTese Faenza che cureranno uno spazio dedicato ai temi del riuso, la sfilata di Garum, e un concerto amplificato dalle pedalate del pubblico su bici speciali.

Vincenza Cesarano

Laureata in Economia e Management presso l’università di Pescara, Vincenza è appassionata di tutto ciò che riguarda la bellezza: dalla cura del viso al make-up, dalla cura del corpo a quella dei capelli passando attraverso il mondo dell’eco-bio. Si cimenta spesso nella preparazione di rimedi fai-da-te e nella lettura di inci, analizzando le peculiarità dei componenti nei cosmetici. Riesce anche a conciliare le altre sue passioni: telefilm e cucina (soprattutto pasticceria). Il suo più grande difetto? È anche il suo pregio migliore: la testardaggine!

2 commenti:

  1. Iniziativa davvero intetessante...peccato per il tempo però

    RispondiElimina
  2. Che bella manifestazione...ce ne fossero di piu sul generis!

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti!