Focus on The DressMaker : la pellicola degli abiti!

Non è di certo la prima volta che si basa una pellicola sul mondo della moda, ma in questo film, con protagonista Kate Winslet, la regista Jocelyn Moorhouse (che ha diretto altri grandi nomi, come Michelle Pfeiffer, Wynona Rider e Colin Firth) si è superata, soprattutto per abiti (protagonisti indiscussi della storia) e scenografie. E' proprio nel contrasto tra suites di gran moda e il paesaggio rudimentale che si basa la bellezza di questo film.

In breve vi raccontiamo che la non più giovanissima Tilly torna nel suo piccolo paese di origine per riscattarsi di un reato che non ha mai commesso, ma per il quale era stata allontanata anni prima. 
E si riscatta alla perfezione confezionando abiti di alta classe per le sue compaesane.

E' proprio qui che arriva il bello per noi di Uptown Girl, perché ci siamo soffermate particolarmente su alcuni di questi. E non siamo le uniche ad averlo fatto: è in corso infatti, a Victoria, in Australia (patria della pellicola), fino al 31 luglio, una esibizione di tutti i costumi che hanno rubato la scena, ideati dalle designers Marion Boyce e Margot Wilson!

Spettacolare l'abito verde acido monospalla indossato in questa scena... Ispirato, come gli altri alla haute couture anni Cinquanta, corredato da cuffietta e guanti, bellissima la stola che lascia nudo il petto e copre una spalla, lungo e morbido con spacco laterale, in perfetto contrasto col colorito pallido e i capelli rame dell'attrice.


Completo sobrio invece per la protagonista Kate Winslet, sexy come non mai, in questa scena indossa un tubino nero, con giacca coordinata e un cappotto giallo ocra... Da copiare per il prossimo inverno!


Perfetto per una serata in stile retrò è infine lo stupendo abito nero, con ali di chiffon bianco indossato da Sarah Snook... Da copiare per un tocco boho chic!


Per gli altri innumerevoli abiti non vi resta che guardare il film, già disponibile in blu ray!


Maria B. de Luca

Classe 1993, studentessa di pedagogia, ho cambiato decisamente strada quando, dopo aver frequentato un corso di giornalismo e aver messo l’attestato insieme ai sogni nel cassetto, una mia amica prova a propormi un blog personale. Idea subito scartata, ma rispolverato il diploma classico e il certificato di “giornalista in erba”, ho cominciato a propormi come blogger freelance. Scrivo articoli per un paio di magazine online e qualcuno anche cartaceo, le mie passioni sono la moda e i viaggi. Segni particolari: determinazione! 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!

-->

Instagram

Barra video

Loading...