Nella mia cucina. Gli indispensabili

Non sono una food blogger,
in realtà neanche una travel blogger nel mero senso della figura intesa come tale, figuriamoci se io possa definirmi una fashion blogger dato che, a distanza di 5 anni di blogging ancora non riesco a farmi fotografare con pose naturali e sensuali come la blogger etiquette vuole.
Abbiamo detto lifestyle blogger no? E lifestyle sia.

Non sono una food blogger.

Ma torniamo a parlare di food blogger, del resto il preambolo di questo articolo si basa su un'affermazione schietta e sincera perché io lo ammetto, non sono una food blogger e anzi, se dovessi consigliarvi di seguire qualche guru del settore io non ci sarei dentro ma figuriamoci.
Però due cose devo dirvele.
Mi piace mangiare e lo faccio non solo per sopravvivenza ma per piacere dei sensi e del palato. Mi riunisco spesso con amici, colleghi e anche food blogger (conoscete la food gang vero?) ai tavoli domestici e a quelli dei ristoranti di Roma e provincia per provare piatti tradizionali o innovazioni culinarie.
Passo molto tempo in cucina, nella mia, per lo stesso motivo indicato qui sopra. Mi piace mangiare, amo il sapore genuino e fresco degli ingredienti, amo mescolarli tra loro e anche se non sono la regina delle mise en place il risultato finale è gradevole assai.

Nella mia cucina. Appunti di una (food) blogger.

Ed ecco perché mi trovate spesso tra i fornelli. Amo cucinare per me, per Andrea e per i miei amici e quanto mi piace raccontarvi quello faccio non lo potete capire. Basta in effetti andare sul mio profilo Instagram e seguire le stories per capire di cosa sto parlando.

E un po' come ai vecchi tempi, mi piace sentirmi "la regina della cucina" anche se cappello e grembiule non l'indosso poi così spesso.
"Nella mia cucina" diventerà una sorta di rubrica, un appuntamento aperiodico in cui in maniera divertente vi racconterò quello che accade tra le mura domestiche della mia casa. Troverete anche qualche ricettina, ma per Dummies, ve lo confesso. Le cose serie e complicate le lascio a chi il food lo pratica di mestiere.

Nella mia cucina: gli indispensabili

E se il cibo fa parte sicuramente degli "indispensabili" in cucina, perché diciamolo senza frigo e dispensa piena non si va da nessuna parte, non si può dire lo stesso di tutti quegli oggetti più o meno utili che popolano i mobili e i cassetti della mia zona living.

Aspettate però, questo è quello che pensano gli altri, perché per me è tutto assolutamente indispensabile.

Per iniziare.

Non c'è tavola di questa estate 2017 degna di chiamarsi così senza almeno un'ananas che riempia la scena, siete d'accordo?
Tovaglie, piatti, bicchieri...e se pensiate siano necessarie anche le cannucce. Potete acquistarli nel negozio Tiger più vicino a casa vostra oppure, ordinarli su Amazon.







Se proprio l'ananas non vi piace vi consiglio di virare sui cactus o sui fenicotteri, non sono adorabili?



Tovagliette per la colazione ne abbiamo? No perché lasciatevelo dire, quelle sono indispensabili. Così come la paletta per torte e crostate. Vorreste dire che non ne avete una? In questo caso dovete assolutamente rimediare.



Assolutamente da non dimenticare: il timer da cucina. Non vorrete mica dimenticare le vostre deliziose creazioni culinarie sotto al forno? Vi confesso una cosa, io utilizzo il mio "ovetto" timer anche per lavorare!


A proposito di tovagliette, una cosa che non manca mani nella mia cucina è il runner. Ne posseggo diversi e mi piace alternarli e utilizzarli in diverse occasioni, anche per apparecchiare una tavola diversa dal solito.





Last but not least, il magico bicchiere per i detox. Insomma, non chiamatela estate senza almeno un detox al giorno. Il mio preferito? Limone, cetriolo, menta e zenzero, ma quella è un'altra storia.



E io direi, di fermarci qui almeno per il momento perché so già, con questi oggetti, di aver conquistato il cuore di molti di voi.
Ditemi, credevate davvero di poter fare a meno di queste cose?











Sabina Petrazzuolo

Blogger di Uptowngirl.it - Segni particolari: Ecclettica. Classe 1988, storica dell'arte e esperta di comunicazione digitale, amante dei viaggi, della moda e della cultura.
Delle mie passioni ne ho fatto un lavoro e dopo anni di formazione ed esperienze professionali attualmente lavoro come freelance seguendo startup e aziende di settore. Nel "tempo libero" mi dedico alla scrittura, oltre a scrivere ed editare articoli su Uptowngirl Blog collaboro con testate giornalistiche e magazine. Mi trovate con un macbook in una mano e la valigia nell'altra, pronta a scoprire nuovi luoghi, tradizioni e culture, conoscere nuova gente e nuovi sapori.

Ho trasformato la mia vita in una storia che racconto ogni giorno su Uptowngirl.it

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!

-->

Barra video

Loading...