Viaggi LastMinute: Ischia. Dove andare e cosa vedere.

Lo riconosco, tutto ciò che riguarda Napoli, mi accarezza il cuore.
Forse è vero che non riesco a essere obiettiva quando parlo della mia Napoli e di tutto ciò che circonda il territorio campano, ma la bellezza dello stesso è indiscutibile, non siete d’accordo?

Tra le mete di viaggio di sempre, quelle per intenderci che possono essere catalogate come evergreen delle 4 stagioni, sicuramente c’è la Campania.
Se, infatti, state ipotizzando un viaggio lastminute per Settembre vi consolerà
sapere che Ischia, l’isola italiana che appartiene all’arcipelago delle isole Flegree della città di Napoli, è ancora più bella in questo periodo: soleggiata al punto giusto e sgombra dai molteplici turisti che la popolano curiosi e innamorati durante i mesi estivi più caldi.



Ischia e la sua storia


Sapevate che l’isola d’Ischia era praticamente sconosciuta a moltissimi italiani fino al 1951? Quello, infatti, fu l’anno in cui Angelo Rizzoli, produttore cinematografico, arrivò a Ischia con il suo yacht attirando l’attenzione e la curiosità di pescatori e agricoltori che vivevano in loco. Fu a partire da quella data che in 10 anni Rizzoli trasforma Ischia in un luogo glamour e internazionale costruendo alberghi, terme, luoghi dove praticare sport e anche un ospedale invitando amici, musicisti e attori hollywoodiani.

In breve tempo l’isola d’Ischia si trasforma in una tappa fissa per la gente che conta: Liz Taylor, Charlie Chaplin, Ava Gardner, sono solo alcuni dei nomi che hanno visitato Ischia e hanno lasciato nell’isola un pezzo del loro cuore.
Se non avete mai visitato Ischia, ma un viaggetto verso l’isola napoletana è già nel vostro immaginario, vi sarà utile segnare in agenda i 5 luoghi da vedere assolutamente una volta sul posto.


5 cose da vedere a Ischia. La guida.


Il Castello Aragonese è il simbolo dell’isola d’Ischia. Si staglia nitidamente li, in maniera massiccia e prepotente ma perfettamente in simbiosi con il paesaggio naturale. Se si arriva via mare, è impossibile non notarlo.
E’
collegato alla terraferma con un ponte che nei secoli è stato più volte rifatto perché corroso dall’acqua del mare.
Fu Alfonso D’Aragona a trasformare nel 1441 questo “isolotto” in una cittadella fortificata ma già dal 400 A.C. i Greci si erano rifugiati qui per difendersi dai nemici.
Si può visitare il castello salendo in cima attraverso un comodo ascensore oppure attraversando la suggestiva galleria nella roccia.




Non c’è visita all’isola che si rispetti senza aver vissuto i Giardini termali di Ischia. Chiunque dei vostri contatti ci sia stato vi avrà parlato almeno una volta di questi parchi termali sparsi per l’isola, rigogliosi e scenografici ma sopratutto rilassanti.
Si tratta di vere e proprie isole di benessere che contraddistinguono l’isola verde. I più famosi sono sicuramente i Giardini termali Poseidon ma ce ne sono molti altri tra cui i Giardini Afrodite, Eden e Tropical.
All’interno di questi giardini termali (che hanno un costo non bassissimo) potrete passare una giornata tra piscine a diverse temperature, cascate e zone corredate da idromassaggio, percorsi Kneipp e saune. Ovviamente potrete usufruire anche di pacchetti e servizi di bellezza e benessere.



Sono 234 scalini e la fatica c’è, lo ammetto, ma è assolutamente ripagata all’arrivo alla Baia di Sorgeto. Un luogo naturale dove le sorgenti di acqua calda che affiorano dal sottosuolo s’incontrano e si scontrano con l’acqua del mare creando vasche e piscine naturali di grandezze e temperature diverse.
Si tratta di “terme naturali” per dirla in parole povere, visitabili a qualsiasi ora del giorno e della notte.
Da segnalare è
la presenza numerosa di turisti che giungono da ogni parte dell’isola e del mondo per bagnarsi in quelle temperature, il consiglio è quindi di optare per la visita serale e/o notturna o al mattino presto.

Sant’Angelo è la parte chic di Ischia, non che tutta l’isola non lo sia. Questo borgo è apprezzato da attori, vip e personaggi più o meno famosi che vogliono stare lontano dalla folla dei turisti che sono un po’ su tutta l’isola. Il piccolo borgo, caratterizzato da case colorate, è interamente zona pedonale e quindi non facilissimo da raggiungere.
E’ possibile raggiungere il borgo di Sant’Angelo a Ischia con un autobus che parte da Ischia Porto e impiega circa un’ora per il tragitto.
L’autobus è solitamente affollato e una volta arrivati al capolinea dovrete fare circa un km di strada a piedi ma all’arrivo la vista vi ringrazierà della fatica: case bianche e colorate, vicoli stretti, botteghe e negozietti, una perfetta cartolina di un paese del Mar Mediterraneo.



Le spiagge di Ischia. La Guida.


Un discorso a parte meritano le spiagge di Ischia, insomma se siete finiti su un’isola un motivo ci sarà, il mare ovviamente.
Se dopo quindi una visita al Borgo e una giornata alle terme volete trascorrere un po’
di tempo tra sole e mare, siete nel posto giusto, anzi nell’isola giusta.
La spiaggia di Chiaia a Forio d’Ischia è una delle più grandi e comode ma anche la più affollata, sicuramente più pratica per chi viaggia con la famiglia.
Sempre a Foio è possibile raggiungere cava dell’isola, una spiaggia sicuramente più tranquilla di Chiaia contraddistinta da acque limpide e trasparenti.
La Baia di San Montano è una delle spiagge più belle dell’isola, l’acqua è limpida con riflessi verdi e azzurri e la sabbia dorata e fine garantisce uno spettacolo unico alla vista.
Degna di visita è anche la spiaggia dei Maronti, questa è raggiungibile via barca da Borgo Sant’Angelo o dalla strada superiore. Qui troverete una sabbia vulcanica e scura e delle sorgenti termali che sboccano nel mare.


Come arrivare a Ischia.


Tra spiagge, giardini termali e borghi colorati l’immagine di un viaggio a Ischia si fa sempre più nitido nella vostra mente, ne sono sicura. E non vi ho neanche parlato del cibo, si tratta pur sempre di cucina partenopea e su quello, non ci batte nessuno.
Prima di perdervi però tra l’immagine di alici fritte, spaghetti con le vongole e rucolino (amaro isolano molto famoso), a Ischia dovete arrivarci e vi spiego io come.
A Ischia ci si arriva partendo dal porto di Napoli o da Pozzuoli che dista da Napoli circa 30 minuti.
Prendendo un traghetto o un aliscafo si può arrivare a Ischia Porto, Casamicciola o direttamente a Forio.
I collegamenti sono abbastanza frequenti, in estate sicuramente di più
rispetto ai mesi invernali. Il viaggio in aliscafo per Ischia dura circa un’oretta partendo da Napoli e 50 mintui da Pozzuoli. Il costo del singolo biglietto invece varia dai 9 ai 15 euro per passeggero, ovviamente c’è la possibilità di portare con voi anche la vostra auto. In quel caso il prezzo del biglietto per l’autovettura è di circa 50 euro.

Il mio consiglio
è di prenotare andate e ritorno in un’unica volta, sopratutto in alta stagione, per non rischiare di perdere il traghetto o l’aliscafo del ritorno.

Non mi resta che augurarvi buon viaggio e una bellissima permanenza sull’isola.

Sabina Petrazzuolo

Lifestyle Blogger - Segni particolari: Ecclettica. Classe 1988, storica dell'arte e esperta di comunicazione digitale, amante dei viaggi, della moda e della cultura.
Delle mie passioni ne ho fatto un lavoro e dopo anni di formazione ed esperienze professionali attualmente lavoro come freelance seguendo startup e aziende di settore. Nel "tempo libero" mi dedico alla scrittura, oltre a scrivere ed editare articoli su Uptowngirl Blog collaboro con testate giornalistiche e magazine. Mi trovate con un macbook in una mano e la valigia nell'altra, pronta a scoprire nuovi luoghi, tradizioni e culture, conoscere nuova gente e nuovi sapori.

Ho trasformato la mia vita in una storia che racconto ogni giorno su Uptowngirl.it

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti!